wrapper

Ultima Ora

“I turismi: sport e natura nel Parco Nazionale del Pollino…tra i fiumi Lao e Argentino” è stato ieri - nella suggestiva cornice dell’ex Convento francescano del comune di Orsomarso - il tema di un partecipato convegno a cui ha offerto la sua convinta partecipazione anche l’associazione Terre Bruzie.

Una tavola rotonda tra tour operator, politica, realtà associazionistiche che, insieme ai rappresentanti del Parco Nazionale del Pollino, ha messo in campo una serie di idee progettuali per uno sviluppo intelligente del settore turistico dell’area dell’Alto Tirreno Cosentino. Un vasto territorio che vanta uno dei paesaggi naturalistici più belli della Calabria e che è pronto ad assumere un ruolo centrale nel Parco Nazionale del Pollino.

Il primo cittadino Antonio De Caprio si è detto convinto che il centro di Orsomarso possa diventare polo di attrazione primario  e possa rappresentare un punto nevralgico per la fruizione di una realtà naturalistica di rinomata bellezza. 

Terre Bruzie, attenta e presente su tutto il territorio, col suo presidente Remigio Calderaro, ha preso parte alla lodevole iniziativa che da le basi per una collaborazione, al fine di promuovere nuove sensibilità in tema di valorizzazione e fruizione del patrimonio artistico, storico e naturalistico.

In occasione dell’incontro è stato presentato, nelle stanze di una ex segheria, il Centro Esperienza Valle Argentino, uno spazio da cui prenderanno slancio idee e proposte concrete che, attraverso itinerari e percorsi esperienziali, contribuiranno a fare di una questa fascia territoriale un esempio virtuoso di ricchezza turistica.

Anna Teresa Gagliardi - Sandra Dalia

Chi Siamo

Qualcuno scrisse che: "La Calabria sembra essere stata creata da un dio capriccioso che, dopo aver creato diversi mondi, si è divertito a mescolarli insieme".
Noi dell'Associazione Terre Bruzie sentiamo particolarmente vera questa definizione della nostra regione e condividiamo l'idea che visitare un luogo significa rispettarne usanze e storia, apprezzarne cultura e cucina, ammirarne gli splendori artistici e architettonici.