wrapper

Ultima Ora

Sabato, 18 Marzo 2017 21:58

“Cosenza, un tesoro di città” - La “connessione sentimentale” tra associazioni, Comune e imprenditori in un calendario sul centro storico

Written by
Rate this item
(0 votes)

E’ stato presentato mercoledì 23 novembre 2016, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi, il calendario “Cosenza, un tesoro di città”, nato dalle due associazioni Terre Bruzie e RigenerAzione in partnership con il Comune di Cosenza che ha offerto il patrocinio gratuito e un imprenditore privato che ha provveduto alla grafica e alla stampa. 

Il calendario, che verrà distribuito in diverse edicole e punti vendita in città, ritrae le vie antiche di Cosenza in scorci non comuni, come “un viaggio-provocazione, un invito a scoprire il centro storico” spiega il fotografo Federico Mazza. Le foto che compongono i dodici mesi del calendario sono “ritratti che dobbiamo portarci a casa”, rinforza la guida turistica Paola Morano, “gli angoli più nascosti sono il respiro della città, la storia è rimasta impressa nelle mura dei monumenti”.

Il calendario è stato realizzato senza alcun contributo pubblico e nasce dalla semplice volontà delle due associazioni di creare un prodotto che mettesse in mostra il centro storico e convogliasse l’interesse degli enti, dell’associazionismo e dei privati verso un punto condiviso. Operazione riuscita, come testimonia l’assessore Loredana Pastore che invita i cittadini a collaborare in progetti per la valorizzazione del centro storico e assicura “piena disponibilità del Comune a sostenerli”. Anche Eva Catizone, delegata dal sindaco per la cultura e gli eventi, esalta questa “connessione sentimentale” tra i soggetti che hanno collaborato al progetto e il valore della bellezza di Cosenza, sottolineando la necessità di sostenere “pratiche virtuose” per sviluppare il turismo culturale: “Il termine tesoro usato per il titolo del calendario, tra l’altro, ci rimanda al tesoro di Alarico, sul quale molto si sta lavorando”. Questo tema trova pronto Marco Vercillo, presidente dell’associazione RigenerAzione composta da under 30 il cui motto è “investiamo il futuro nel nostro passato”, per il quale “il tesoro di Alarico va valorizzato altrimenti rimarrà sempre una leggenda”. Le idee dei giovani di RigenerAzione sono tante, dalla creazione di una start up all’Accademia della RigenerAzione in collaborazione con università private per la realizzazione di summerschool e altre attività culturali nel centro storico. Lo sviluppo del turismo non può prescindere dall’operazione di marketing territoriale sulla figura del re dei Goti, sottolinea il presidente dell’associazione Terre Bruzie, Remigio Calderaro: “La figura di Telesio, per quanto importante, non ha portato sviluppo turistico, invece ritengo che il mito di Alarico sia una grande occasione che porterà benefici e opportunità sul territorio”. 

Le conclusioni sono state affidate al sindaco Mario Occhiuto, il quale ha ricordato quanto siano necessari gli investimenti dei privati nel centro storico, “il Comune è intervenuto sul Castello, sui ponti storici e ha speso tutti i fondi disponibili sulle strutture pubbliche, ma ora tocca a loro perché non è pensabile che il Comune possa intervenire sulle strutture private. Per questo apprezzo molto l’impegno di Terre Bruzie che li sta contattando e mettendo al corrente di poter partecipare alla realizzazione di un albergo diffuso nel centro storico di Cosenza”. In merito alle polemiche riguardanti gli scavi, il primo cittadino ha replicato: “Anche gli scavi che hanno portato alla scoperta di Troia e di Pompei sono partiti da testimonianze storiche, d’altra parte l’archeologia si fonda sulla ricerca”. Nei giorni scorsi il sindaco Occhiuto ha ricevuto dei tour operator tedeschi molto interessati al mito di Alarico, una importante rivista italiana lo ha contattato per l’ennesima intervista, finalizzata a un ampio servizio, e a dicembre arriverà una troupe per una produzione tv americana di carattere storico.

Read 231 times Last modified on Lunedì, 24 Aprile 2017 17:06

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Chi Siamo

Qualcuno scrisse che: "La Calabria sembra essere stata creata da un dio capriccioso che, dopo aver creato diversi mondi, si è divertito a mescolarli insieme".
Noi dell'Associazione Terre Bruzie sentiamo particolarmente vera questa definizione della nostra regione e condividiamo l'idea che visitare un luogo significa rispettarne usanze e storia, apprezzarne cultura e cucina, ammirarne gli splendori artistici e architettonici.